Natale in Costiera Amalfitana - Natale Positano

BOOK
NOW
close

Girovagare tra le meraviglie della Costiera Amalfitana

gennaio 2, 2019

Gennaio è il mese dei nuovi inizi, il mese dei buoni propositi e delle promesse per il nuovo anno. Ci si guarda indietro e si pensa in avanti: sogni e speranze per il futuro diventano sempre più concreti. Si inizia a fare progetti, progetti di vita e progetti di viaggi

Perché non approfittarne per un’escursione nelle terre più sorprendenti della Costiera Amalfitana e dintorni? Una sicura promessa di momenti felici

 

La Costiera al di là del mare

Quando si pensa alla Costiera Amalfitana, la mente corre veloce a distese infinite di blu, baie nascoste e tranquille spiagge di ciottoli bianchi, da cui sembra impossibile separarsi.

Eppure, questo territorio è stato nominato Patrimonio dell’Umanità nel 1997 non solo per le sue bellezze ambientali, ma anche per la ricchezza artistica e le architetture storiche. L’inverno è proprio la stagione giusta per esplorare questo lato meno conosciuto della Costiera Amalfitana, ed innamorarsene ancora di più.

 

Positano e Minori

Positano, al di là della particolare cascata di case colorate e delle calette scavate tra le rocce, riserva sorprendenti paesaggi urbani. Portici e arcate si alternano tra le buganvillee e le pareti in pietra, accompagnandoti alla scoperta del centro storico. Nella piazza principale visita la Chiesa di Santa Maria Assunta, originaria dell’anno Mille, con l’inconfondibile cupola ornata di maioliche variopinte. La stessa cupola che scorgi dalla tua camera al Palazzo Murat.

Non perdere l’occasione di scoprire il ritrovato splendore della Villa Romana, recentemente restaurata e riaperta al pubblico. L’elegante residenza, appartenuta a un liberto facoltoso, perì sotto la forza distruttrice del Vesuvio nel 79 d.C. Grazie al restauro, gli utensili di uso comune e i preziosi affreschi hanno riacquistato molto del loro fascino.

Minori è un pittoresco paese sul lungomare e deve il suo nome al torrente Reginna Minor che lo attraversa. Vagabondando tra vivaci vicoli e solenni chiese, fermati ad ammirare i resti di un’antica Villa Romana costruita nel I secolo. La villa si sviluppa su un’area di 2500 metri quadrati con tre portici e un ninfeo. Gli ambienti sono rivestiti di suggestivi affreschi e mosaici e la piscina interna ti proietta indietro di millenni, attorniato dall’élite della società romana.

 

Sui passi della Storia: Pompei ed Ercolano

Se l’archeologia ti affascina, un viaggio in Costiera Amalfitana è l’occasione perfetta per coltivare la tua passione. Le cittadine ai piedi del Vesuvio rappresentano infatti i siti archeologici più conosciuti nel mondo: Pompei ed Ercolano. Entrambe furono sepolte dalla catastrofica eruzione del 79 d. C., che in un attimo fermò il tempo sui due borghi, completamente cristallizzati.

Ercolano fu sommersa da una colata di fango e lava spessa molti metri. Proprio il fango ha preservato i materiali –  il legno, le stoffe e i cibi – che certamente hanno subito una trasformazione, rimanendo però integri dentro il loro involucro protettivo. La Villa dei Papiri e le Terme del Foro – principali bagni della città – sono tra le strutture meglio conservate, restituendo ai nostri occhi tutta la bellezza dell’architettura romana.

Pompei condivise la sfortunata sorte con Ercolano, pietrificandosi sotto una pesante coltre di cenere e lapilli. Passeggiando tra le strade deserte, colpisce l’intarsio di case e ville, botteghe e osterie, tutte perfettamente conservate e immobili alle ferite del tempo. La sensazione è quella di rivivere un giorno di molti millenni fa, immerso tra plebei e liberti, impegnato in un’arcaica quotidianità.

La Villa dei Misteri, con i suoi vivaci affreschi, l’Anfiteatro, antichissimo quanto suggestivo, la palestra in cui si fronteggiavano gladiatori e belve feroci…abbandonati a un viaggio a ritroso nel tempo.

pompei tour costiera amalfitana