Cosa fare a Positano, limoni Positano, cosa vedere a Positano

BOOK
NOW
close

I limoni di Positano: profumo e poesia della nostra terra

maggio 2, 2019

Giallo e luminoso come il sole più caldo, dall’aroma inconfondibile e frizzantino, il limone è uno dei tesori della nostra costa. Amato da chi, come noi, lo conosce da sempre e non potrebbe vivere senza, è un’autentica scoperta per i turisti in visita a Positano.

Giallo e luminoso come il sole più caldo, dall’aroma inconfondibile e frizzantino, il limone è uno dei tesori della nostra costa.

Amato da chi, come noi, lo conosce da sempre e non potrebbe vivere senza, è un’autentica scoperta per i turisti in visita a Positano. Una volta inebriato dei loro profumi, assaporato un’autentica granita o gustato i meravigliosi liquori locali, anche il viaggiatore più diffidente si innamora dei nostri limoni.

L’oro della Costiera Amalfitana è stato riconosciuto a livello internazionale come uno dei prodotti enogastronomici da proteggere e valorizzare.  Sia da un punto di vista alimentare che di proprietà organolettiche, infatti, i nostri limoni sono tra i migliori al mondo, secondo un recente articolo della testata britannica Financial Times. E non potremmo che essere più d’accordo.

 

Lo sfusato amalfitano e la sua storia

 

Lungo tutta la Costiera Amalfitana nasce una varietà di limone assai particolare, che si trova solo qui: si tratta della sfusato amalfitano, dall’aroma intenso e prezioso.

L’unicità di questo agrume deriva dalla fortunata posizione e dal clima ideale per sprigionare in pieno l’esplosione di fragranze che lo caratterizza. L’abbraccio dei Monti Lattari avvolge il profumato frutto al riparo dai venti freddi dei Paesi del Nord e dalla Tramontana, lasciandolo perfettamente esposto al sole e ai venti caldi del sud.

Nell’XI secolo sboccia, piano piano, la nostra storia d’amore con il limone, una storia che persiste ancora oggi, con rinnovata passione. I primi limoneti venivano chiamati anche giardini, tanto apparivano belli e curati grazie alle preziose piante.

Grazie al commercio delle navi della Repubblica Marinara di Amalfi, dal 1400 le ammalianti fragranze conquistarono, uno dopo l’altro, gli stati italiani ed europei. Ancora qualche secolo e lo sfusato amalfitano sarebbe arrivato anche in America, stregando i primi appassionati di prodotti mediterranei.

 

Principe della cucina

 

I nostri limoni regalano sentori inaspettati alle preparazioni più diverse. Bastano poche gocce per vivacizzare un’insalata estiva, esaltare un buon pesce al forno, ingentilire un dolce fatto in casa.

Il tocco frizzante e fresco dello sfusato amalfitano si sposa naturalmente con molte ricette della dieta mediterranea e con le specialità della nostra tradizione.

Le linguine ai gamberi come i ravioli di ricotta, le alici marinate come i bocconcini di tacchino, fino al gateau di patate: ogni piatto della Costiera Amalfitana prevede una spruzzata di limone appena colto. Tra i dolci, quelli che più amiamo sono la delizia al limone, dalla soffice farcitura, la torta al limone e il tiramisù, davvero unico con l’aromatico ingrediente al posto del caffè!

Non dimentichiamo poi il digestivo preferito dai positanesi: il limoncello. Un solo bicchierino rinfranca lo spirito e riappacifica con il mondo…anche dopo un pranzo particolarmente abbondante!

Questi e moltissimi altri sono gli utilizzi del limone della Costiera Amalfitana in cucina: scoprili uno dopo l’altro nelle specialità del ristorante Al Palazzo di Palazzo Murat a Positano.